La psicoterapia: per chi?

Molte volte, le persone preferiscono vivere al di sotto delle proprie possibilità piuttosto che affrontare vissuti spiacevoli puntando ad una qualità della vita migliore.

La psicoterapia si rivolge a coloro che vorrebbero interrogarsi e affrontare il proprio disagio, prendendosi la responsabilità di dare una direzione alla propria vita, mettendosi in gioco in un percorso di conoscenza, crescita e cambiamento all’interno di una relazione che li sostenga.

Durante la mia attività clinica mi è capitato di incontrare persone con storie di vita e domande diverse, ma con un elemento comune: un carico di sofferenza che non lasciava intravedere vie d’uscita.

Che l’evento sia un lutto, una separazione, una malattia o quando la persona non riesce più a trovare  un senso alla propria esistenza, il dolore, la tristezza, la paura, la rabbia e il rancore possono diventare angoscia, depressione, ansia, panico.

Durante un percorso psicoterapeutico si può partire da un sintomo/problema verso la ricerca di nuovi significati ed equilibri, oppure semplicemente ascoltare il silenzio, condividendo il non detto e sostenendo la persona a trovare le parole per dirlo.

Il contatto con le emozioni e la loro espressione può trasformarle a poco a poco in un senso di speranza e condivisione intima che lascia intravedere man mano nuove prospettive.

Quando oltre la sfiducia sorge il desiderio di stare bene e oltre la vergogna emerge il bisogno di raccontarsi, può nascere una domanda di aiuto psicologico: un piccolo slancio può essere il seme di un profondo cambiamento.

Ricorrere alla psicoterapia non significa essere “malati” (così come certi stereotipi culturali tendono ad etichettare), ma percepire un disagio con se stessi o con gli altri, sia in ambito affettivo che in ambito sociale e/o professionale, e provare il desiderio di cambiarlo partendo da sé.

A volte chi arriva in psicoterapia non sa cosa vuole né come raggiungerlo. Attraverso un percorso dal quale emergeranno gradualmente i reali desideri e le modalità più funzionali al raggiungimento delle mete e più consone alla propria personalità.

La psicoterapia:

  • avviene in una relazione di fiducia e di profondo ascolto in cui la persona è accolta e mai giudicata;
  • offre uno spazio per se stessi dove i propri vissuti sono contenuti e restituiti in una trama di senso e di significato;
  • aiuta a recuperare le proprie risorse interne e a scorgere nuovi punti di vista;
  • sostiene lo sviluppo di nuove modalità relazionali più funzionali al fine di una piena realizzazione esistenziale dell’individuo;
  • si propone innanzitutto di facilitare lo sviluppo di un rapporto “sufficientemente buono” con se stessi e con l’altro rinfrancandosi dal passato, concentrandosi nel presente e recuperando uno sguardo di fiducia verso il futuro.